Guide e news a portata di mano

Come funziona Google – Guida definitiva

Come funziona Google?” Oggi risponderemo a questa domanda e vi spiegheremo tutto quello che c’è da sapere sul funzionamento dei motori di ricerca!

Google è il motore di ricerca più utilizzato dell’ultimo decennio – e possiede quasi un monopolio sulle ricerche degli utenti a livello mondiale.

Google funziona come un’enciclopedia – al cui interno vi sono milioni di risultati generati da aziende e persone come noi – ed ogni giorno ne vengono aggiunti sempre di più

Quando facciamo una ricerca, il motore di ricerca ci dà dei risultati in una pagina con diverse “schede” che corrispondono a siti web.

Come funziona Google
Una scheda corrispondente ad un ricerca da Desktop

Analisi

Ogni volta che abbiamo bisogno di risposta ad una domanda, qualcuno deve fare un’analisi di tutti i contenuti presenti e trovare quello più adatto alla nostra ricerca.

Al contrario dell’enciclopedia – sarà Google a svolgere l’azione di “ricerca” tra tutti i risultati possibili,

Per fare ciò utilizza degli algoritmi molto complessi -e dopo una serie di passaggi, fornisce una serie di risultati.

Quando noi digitiamo qualcosa nella casella di testo con il simbolo della lente di ingrandimento – stiamo inserendo una query di ricerca

Come funziona Google

Il motore di ricerca, in questo caso, svolge un processo di analisi e di filtrazione (per eliminare le ricerche che non hanno corrispondenza).

L’ultima operazione è quella di catalogazione – per farle apparire in ordine all’interno delle varie pagine.

Solitamente, gli utenti riescono a trovare ciò che cercano nella prima pagina di Google, e molto di rado hanno la necessità di approfondire la ricerca o di cambiare la query.

Crawling, Indexing, Ranking

Per riuscire ad ottenere informazioni dai siti web, Google usa i cosiddetti “Web Crawler” – degli strumenti che riescono a visualizzare righe di testo e di codice all’interno dei siti web.

In questo modo, è possibile capire quali elementi (parole chiave, corpo del testo, media) vi siano all’interno di una pagina.

Una volta effettuato il crawling (procedura che coinvolge milioni di siti web ogni settimana) – il motore di ricerca organizza un indice di siti web.

Il processo di indicizzazione consente ai siti web di apparire tra i risultati di ricerca,

Questo processo collega tra sé le varie pagine dello stesso indirizzo web (URL)
Nel nostro caso l’url è www.socialempire.it e tutte le pagine o sezioni vengono divise dal simbolo “/”

In questo processo, non tutte le pagine vengono indicizzate – e di solito può essere necessario anche qualche giorno/settimana prima che appaiano su Google.

Infine, l’ultimo processo è quello di Ranking – ovvero di “classificazione” in base all’autorità e popolarità del sito.

Se un sito web riceve milioni di visite ogni mese, la sua popolarità sarà molto alta, e Google darà un punteggio migliore a tutte le pagine collegate ad esso.

L’autorità, invece, è una metrica più difficile da misurare, e può dipendere da vari fattori quali i backlink, l’ottimizzazione off-page e la quantità di link non funzionanti.

Se vuoi scoprire come aumentare le visite sul tuo sito web – dai un’occhiata al nostro articolo in merito

Corrispondenza dei risultati

Google, e tutti gli altri motori di ricerca, hanno creato degli algoritmi (ovvero dei software) che si aggiornano costantemente.

Essi riescono a fornire le corrispondenze migliori per qualsiasi query di ricerca e sono alla base della popolarità dei motori di ricerca.

Dopotutto, se cercando “migliori blog per imparare a crescere sui social” – ci venissero dati risultati su negozi di scarpe, siti di shopping o altro, non useremmo mai più lo stesso servizio di ricerca, no?

Un altro fattore dietro al successo di Google, è anche la rapidità con cui riesce a svolgere la ricerca, con tempi che non superano la frazione di secondo.

Per essere indicizzati, è importante che anche il tuo sito web sia molto veloce ed efficiente.

I caricamenti di pagina che superano i 2 secondi sono già “penalizzati” da Google perché poco performanti, e possono causare una diminuzione del traffico su tutto il sito web!

Se vuoi saperne di più leggi le FAQ di Google sui Segnali Web Essenziali

Dove vengono memorizzati i risultati

Sapere dove vengono salvati tutti i risultati di Google, è importante per capire come funziona tutto il sistema.

Tutti i risultati di ricerca vengono indicizzati e memorizzati all’interno di database sparsi in giro per il mondo.

Si tratta proprio di capannoni industriali con migliaia di computer dedicati allo storage (memorizzazione) di tutti i contenuti indicizzati.

Ciò significa che questi database fisici – potrebbero essere “hackerati” o derubati?

Beh, probabilmente…

Ma date un’occhiata al livello di sicurezza che Google fornisce a tutti i data center:

N.B. Google tiene in memoria i dati dei propri servizi, ma per quanto riguarda i contenuti indicizzati di altri siti web, tutto ciò che viene “visto” quando si entra in una pagina – non viene memorizzato da Google, bensì dal vostro servizio di hosting.

E se non riesco a trovare quello che cerco?

Per quanto Google sia sofisticato, si tratta sempre di un servizio imperfetto, che viene costantemente aggiornato.

Basti pensare che cercando lo stesso argomento su Google e su Bing, verranno visualizzati risultati differenti!

Google, come molte altre aziende, punta sulla crescita e sullo sviluppo, ed è per questo motivo che ogni anno vengono investite grosse quantità di denaro per migliorare tutto il comparto dei servizi per gli utenti e le aziende.

Ogni tanto, però, può capitare di non trovare ciò che si cerca nella prima pagina di Google.

Se cerchiamo un film in streaming, ad esempio, potrebbe capitare di vedere molti siti “famosi” che pubblicizzano quel film, ma che all’interno della pagina hanno solamente link fasulli e non funzionanti.

Questo accade perché quelle pagine vengono ottimizzate in maniera esemplare per la corrispondenza della ricerca.


Allo stesso modo, la pagina che invece vorremmo trovare, non viene ottimizzata, nonostante contenga ciò che ci serva.

Questo perché il film (un file media) – non può essere visualizzato dall’algoritmo di Google.

L’unico modo per renderlo visibile è: inserire un titolo ed un testo alternativo adatto.

Ora che hai capito come funziona Google – se vuoi saperne di più su come essere trovato sui motori di ricerca, dai un’occhiata ai nostri articoli sulla SEO (Search Engine Optimization)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un commento su “Come funziona Google – Guida definitiva”