Guide e news a portata di mano

Come funzionano i raccomandati di Youtube

È probabile che molti di voi si siano chiesti come funzionano i raccomandati di YouTube, e che abbiate trovato questo articolo per caso.

Oggi proveremo a capire cosa si cela dietro a queste raccomandazioni, e perché youtube utilizza un sistema così complesso per dei semplici video.

Ad oggi non esistono moltissime informazioni riguardo al funzionamento dell’algoritmo di YouTube.

Google (azienda proprietaria di YouTube) non ha mai rilasciato una guida o delle indicazioni su come i video vengono proposti agli utenti, ma come nel caso di Instagram – siamo riusciti ad ottenere delle informazioni grazie ad esperimenti e analisi dei dati.

A cosa serve l’algoritmo di YouTube

Come funzionano i raccomandati

L’algoritmo di youtube è stato creato per due motivi:

  • Trovare il video più adatto ad ogni utente
  • Tenere sempre più “incollate” le persone allo schermo.

Il mondo dei Social è cambiato parecchio negli ultimi anni, e nel 2021 la ricetta per “vincere” sugli altri competitori, consiste nel far trascorrere agli utenti più tempo sulla propria piattaforma.

Alcuni parametri

Come su altri Social, il modo migliore per crescere ed essere raccomandati agli altri, è di ricevere tanti like, tanti commenti e tante visualizzazioni.

Questo però non è sempre vero!

Uno dei primi “esperimenti” in questo campo è stato condotto dallo Youtuber Pewdiepie, che ha chiesto a tutti i suoi follower di mettere un dislike sotto ad uno dei suoi video, giusto per farsi una risata!

Il prodotto di questo esperimento è un video con 5,3 Milioni di pollici in giù, che è arrivato alla bellezza di 24 Milioni di visualizzazioni, distruggendo ogni “logica” dei like.

Grazie a video come questo, gli utenti hanno iniziato a capire che like e dislike hanno lo stesso valore, e che ciò è dovuto al fatto che i video controversi (in cui ci sono scambi di opinioni diverse) riescono ad attirare molte più views.

E se i nostri calcoli sono corretti… più visualizzazioni = più guadagni (sia per il Creator che per YouTube)

Questo perché YouTube, come tutti i servizi di Google, ha come obiettivo principale GUADAGNARE!

Come funzionano i raccomandati – Il problema pubblicità

Come funzionano i raccomandati

La maggioranza dei guadagni di YouTube proviene dalla pubblicità inserita nei video, che all’inizio consisteva in un singolo annuncio pubblicitario.

Nel corso degli anni la quantità degli annunci è sempre aumentata, arrivando a proporre anche più di 10 annunci per video lunghi, o comunque 2 annunci di fila per break pubblicitario.

Questo è diventato sempre più fastidioso per gli utenti, che il più delle volte non riescono a godersi un video in pace.

La presenza sempre più massiccia dei banner, ha però portato un beneficio ai creator – che riescono ad aumentare i guadagni (che erano molto più bassi prima del periodo 2015-16).

Sembra quindi che anche tra i vide raccomandati, venga fatta una sorta di “selezione” tra quelli monetizzati e non. (I video monetizzati mostrano le pubblicità).

Questa, però, è solamente una soluzione momentanea – dato che YouTube ha già annunciato che metterà le pubblicità anche nei video non monetizzati (e il creatore non percepirà nemmeno un centesimo).

La soluzione?

Come sempre, ad ogni problema c’è una soluzione…e la soluzione in questione è Youtube Premium!

No, non stiamo pubblicizzando il servizio e non vi stiamo dicendo di abbonarvi..

Semplicemente vogliamo spiegarvi come dal nulla, Youtube è riuscita ad inventarsi un servizio da 11,99€ al mese – creando un problema e vendendone la soluzione.

Ma questo.. cosa c’entra con i raccomandati? Ora ve lo spieghiamo.

I raccomandati funzionano?

Come funzionano i raccomandati

Immaginatevi di aprire Youtube per dare un’occhiata a quello che hanno postato i canali che seguite, e ritrovarvi nella homepage con decine di video raccomandati che rientrano perfettamente nei vostri interessi..

Se avete un po’ di tempo libero, probabilmente li guarderete tutti!

Questo significa che passerete più tempo su Youtube e di conseguenza farete più views.

Ricordate la formula matematica di prima (più visualizzazioni = più guadagni?

Andiamo quindi a vedere cosa può influire sulla possibilità di apparire nei video raccomandati.

Numero di upload al giorno

Non esiste un numero limite di video che si possano caricare ogni giorno, e ci sono molti creator che riescono a pubblicare più di un video quotidianamente.

Questo è possibile solamente nel caso di video brevi, oppure creati in grosse quantità in precedenza.

Sembrerebbe però, che pubblicare troppo non abbia alcun effetto negativo sulla possibilità di essere raccomandati.

Piuttosto, se uno YouTuber si accorge che uno dei suoi video inizia a fare molte più visualizzazioni del normale, egli proverà a sfruttare questa “scia” di engagement.

Video con poche views

Se faccio dei video che vanno male, rischio di non entrare mai nei “raccomandati“?

No. A quanto pare i video di uno stesso canale non si “influenzano” a vicenda, e se uno di essi va male ciò non significa che anche gli altri debbano essere penalizzati.

Non è un caso vedere contenuti raccomandati con milioni di visualizzazioni pubblicati da canali che hanno solamente qualche altro video con qualche centinaio di views.

Se il tuo video può interessare a qualcuno (e quindi può generare guadagni), Youtube cercherà sempre di favorirti!

Come funzionano i raccomandati – Numero di iscritti

Il numero totale di iscritti, di iscritti guadagnati o di iscritti inattivi non ha alcun impatto sul funzionamento dell’algoritmo.

Come abbiamo già detto, sono solamente i contenuti ad essere analizzati!

Ma se avete un grosso numero di iscritti, è molto più facile ricevere tanti commenti e like già nelle prime ore di pubblicazione.

Questo ti aiuterà a far apparire il tuo video come qualcosa che piace a molti, e che quindi può essere raccomandato!

Traffico esterno

Il traffico esterno di un video youtube rappresenta quelle visualizzazioni o impression (visualizzazione solamente del link o dell’anteprima) che vengono effettuate su siti web esterni.

Su un blog, ad esempio, si ha la possibilità di inserire dei video incorporati nei propri articoli o in una pagina.

Queste visualizzazioni possono influire sull’andamento del video, ma solamente in parte.. e il successo futuro di un video dipenderà molto di più dalle visite dirette di Youtube.

Funzionamento nel 2021

Ad oggi l’algoritmo di YouTube è molto complesso, e agisce in tempo reale come un sistema di feedback che riesce a rintracciare tutti gli interessi degli utenti.

A seguito di alcune controversie riguardo ai video raccomandati, YouTube ha posto l’attenzione sulla capacità dell’algoritmo di propagare fake news e contenuti dannosi.

In passato è successo più volte che titoli acchiappa-like facessero molto discutere gli utenti, e che questi video venissero raccomandati a più utenti possibile.

Questo funzionamento “non filtrato” può essere molto dannoso per la community, sia per adulti che per i minori.

Di conseguenza, le misure di prevenzione adottate da YouTube sembrano favorire chi porta contenuti “autentici” e di qualità.

In conclusione

Se ti è piaciuto questo articolo su come funzionano i raccomandati di YouTube, ti invitiamo a leggere tutte le nostre guide dedicate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.