Guide e news a portata di mano

Aumentare la produttività lavorando da casa

Come faccio ad aumentare la mia produttività lavorando da casa? Questa è una delle ricerche più effettuate su Google negli ultimi tempi..

Lavorare da casa è una delle possibilità più intriganti introdotte dalla diffusione di Internet e dalle comunicazioni sempre più efficienti tra privati ed aziende.

Lo Smart-working, nel 2020 è diventato una realtà molto più affermata a causa del Coronavirus e della necessità di lavorare “a distanza”.

Lavorare da casa porta molti vantaggi – e molti di questi vantaggi spesso finiscono per diventare un problema.

Lo stesso fatto di trovarsi a casa ed avere più tempo libero che altrimenti sarebbe stato dedicato al prepararsi e viaggiare verso il proprio posto di lavoro – può provocare inefficienza e stanchezza.

Ecco quindi alcuni consigli (per alcuni regole vere e proprie) per lavorare da casa.

Imposta una sveglia

Impostare una sveglia mattutina – e quindi creare una propria routine (come quando ci si alza per lavorare normalmente) è fondamentale per riuscire ad essere più produttivi ed entrare nel “mood” da lavoro.

Anche se trascorsa in casa, la giornata deve essere pianificata con un’orario di inizio e di fine.

Inoltre, consigliamo sempre di non esagerare con le ore di sonno (né in positivo né in negativo), poiché dormire troppo poco potrebbe farci sentire troppo stanchi per affrontare la giornata di lavoro, e dormire troppo potrebbe creare una sensazione di spossatezza o di affaticamento.

Aumentare la produttività lavorando da casa

Tieni lo spazio di lavoro pulito ed ordinato

Se si lavora con il computer, tramite il cellulare o con un atelier – la prima regola per riuscire a lavorare bene e sentirsi proprio come in ufficio, è quella di tenere tutto in ordine.

La pulizia deve essere costante e non bisogna avere troppi oggetti davanti a sé per evitare le distrazioni.

Molte “regole” del Feng Shui potrebbero tornare utili per riuscire ad arredare in maniera corretta il proprio posto di lavoro.

Ovviamente non vi stiamo parlando di energie naturali o di forze dell’universo – piuttosto vogliamo sfruttare quelli che sono gli aspetti riguardanti l’equilibrio e l’ordine.

Mantieni una postura corretta

Se si lavora seduti – mantenere una postura corretta può evitare problemi di salute (anche molto fastidiosi) e stress durante la giornata.

La salute della propria schiena è uno degli aspetti più trascurati da chi passa 8+ ore in ufficio o per motivi di studio.

E se volete aumentare la produttività lavorando da casa dovrete prendervi cura della vostra schiena!

Di conseguenza vi consigliamo di utilizzare una sedia adatta e di evitare il più possibile questi atteggiamenti:

  • Guardare spesso verso il basso (tastiera, telefono, libri)
  • Tenere la sedia troppo alta o il monitor troppo basso
  • Incrociare le gambe
  • Sporgersi in avanti ed inarcare la schiena
  • Girarsi torcendo il busto/collo in maniera innaturale o molto velocemente

Su siti come Youtube potrete trovare tantissimi tutorial su come fare esercizi di rilassamento e su come stare seduti in maniera ottimale.

Vestiti bene

Aumentare la produttività lavorando da casa
Tranquilli, non dovrete vestirvi come Harvey Specter.

Lavorare da casa significa non avere un codice di abbigliamento (a meno che non ci si trovi in videoconferenza) – però ciò non significa che dovresti stare tutto il giorno in pigiama!

Indossare un abbigliamento consono al posto di lavoro vi aiuterà a mantenere la concentrazione e a farvi sentire in un luogo più professionale.

Non vi stiamo dicendo che dovrete obbligatoriamente vestirvi con giacca e cravatta – dovrete semplicemente curare l’abbigliamento e curarvi come se foste in ufficio con i vostri colleghi!

Le distrazioni? No grazie

A meno che non utilizziate il telefono per lavoro – vi consigliamo di spegnerlo o metterlo in modalità silenziosa, e di evitare di usarlo durante le pause.

Le distrazioni possono essere di vario tipo:

  • Rumori esterni
  • Televisione, Telefono, PC
  • Conversazioni con colleghi o familiari

Per evitare di distrarsi, sarà necessario avere degli orari di lavoro ben stabiliti e di pianificare anche le pause – proprio come se foste in ufficio.

Dai il 110%

Lavorare da casa significa avere più tempo libero evitando gli spostamenti casa-lavoro e le pause pranzo fuori sede.

Ma ciò non significa che questo tempo guadagnato vada sprecato, o sia una motivazione per fare meno lavoro del normale.

Se siete dipendenti e volete continuare a lavorare da casa – dovrete dimostrarvi più produttivi del normale e quindi non sopravvalutare la quantità di lavoro svolta durante la giornata.

In conclusione

Con il tempo lo Smart-working è destinato a diventare il metodo principale di lavoro, grazie alla digitalizzazione ed all’efficienza che si può ottenere da questa pratica.

Iniziare a mettere in pratica questi consigli significa avere delle abitudini solide per poter lavorare tranquillamente da casa in futuro.

P.S. Se lavori da casa potrebbero tornarti utile la nostra guida sui migliori strumenti per il marketing

Se l’articolo ti è piaciuto faccelo sapere con un commento qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.